Vai menu di sezione

Fiore novello estratto dalla Bibbia

12173
Titolo
Fiore novello estratto dalla Bibbia
Scala di trenta gradi La regola de trovare vita eterna
I detti
Tractato de la fede
Libro de la sentenzia
Meditatione de sancto Bernardo
Amaistramenti
Confessionale Omnis mortalium cura
Kalendarium
Data
Descrizione esemplare

1. pp. 3-253: Fiore novello estratto dalla Bibbia
2. pp. 254-286: Ps. Girolamo, Scala di trenta gradi
3. pp. 287-290: La regola de trovare vita eterna
4. pp. 291-314: Egidio d’Assisi, I detti
5. pp. 315-323: Iacopone da Todi, I detti
6. pp. 324-330: Tractato de la fede
7. pp. 331-344: Libro de la sentenzia
8. pp. 345-349: Meditatione de sancto Bernardo
9. pp. 351-352: Pietro d'Abano, Amaistramenti
10. pp. 353-436: Antoninus Florentinus, Confessionale Omnis mortalium cura
11. pp. 437-447: Kalendarium
Cart.; ff. III, 240 (pp. 486), IV'; 1-2012; richiami entro cartiglio; in-folio; 302 × 211 = 24 [216] 62 × 25 [147] 39; rr. 40 / ll. 39; rigatura a colore. Una pagina ornata con motivi fitomorfi e due stemmi (p. 3), 16 iniziali fitomorfe, iniziali filigranate, titoli e sottoscrizioni in rosso; segni di paragrafo in verde, rosso e blu, ritocchi delle maiuscole in giallo. Legatura antica su assi ricoperte in pelle impressa a secco con dorso rifatto in epoca moderna; contrograffe e tracce di bindelle.
A p. 446:[...] ratio lune describitur et cognoscitur silicet quando renovatur tali modo, videlicet quod anno Domini currente millesimo CCCC°LXXVII° currit [...]. A p. 447: [...] avisando che in lo anno lo quale corre [corre in margine] mille CCCCLXXVII.
I ff. I'-II' (pp. 483-486) sono costituiti da una xilografia, piegata a metà sul lato lungo, del sec. XV raffigurante Gesù e la samaritana al pozzo; sulla controguardia anteriore disegno a penna raffigurante Madonna con bambino, di mano probabilmente del sec. XVIII. Sulla controguardia posteriore, di mano del sec. XV: Nota que monta questo libro primamente la scritura manta (sic) libre XXXXV e grosi VII. Item ai quadernar libre VII. Suma libre LII, grosi VII. A p. 3, sul margine inferiore, gli stemmi Arco e Thun. Il codice faceva parte della collezione personale di Antonio Mazzetti, confluita nella Biblioteca comunale dopo il 1841. (Cfr. I manoscritti medievali della Biblioteca comunale di Trento, a cura di Adriana Paolini, Firenze, SISMEL Edizioni del Galluzzo; Trento, Provincia autonoma di Trento. Soprintendenza per i Beni librari e archivistici, 2006, p. 17)

Lingua
Legatura
Collocazione
Supporto
torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Domenica, 14 Aprile 2019
torna all'inizio del contenuto