Del Concilio

Il Concilio di Trento, tentativo estremo ma infruttuoso di ricomporre la lacerazione nella cristianità, riassume significati di natura religiosa e politico-istituzionale, con conseguenze durature nell'arte e nella vita culturale.

Ad una vastissima letteratura sul Concilio non corrisponde alcuna unitarietà per quanto attiene alle fonti documentali, mancando, ad oggi, una ricognizione organica. Si può affermare che circa i 2/3 dei libri stampati in Europa nel corso del Cinquecento, relativi al Concilio Tridentino e al dibattito religioso/culturale coevo, esistenti oggi al mondo si trovano in una delle 10 biblioteche partecipanti a questo progetto. 

Il novum del progetto consiste nella raccolta, digitalizzazione, descrizione e messa a disposizione di materiale storico di straordinario interesse: si tratterebbe quindi della più importante raccolta unitaria di documenti storici sul Concilio, selezionati criticamente e pienamente accessibili. Temporaneamente questa documentazione è collocata nella BDT, in attesa di un sito ad hoc per questo progetto.

“Del Concilio”, reso possibile grazie a un finanziamento della Fondazione Caritro (Bando Archivi 2017), mette in rete le maggiori biblioteche di conservazione del Trentino e la Soprintendenza provinciale, per la prima volta impegnate in un progetto collettivo e condiviso, in grado di mettere a fattor comune patrimoni documentali, competenze e risorse.

Aderenti al progetto “Del Conclio”:

  1. Biblioteca civica “B Emmert” di Arco
  2. Biblioteca civica “G. Tartarotti” di Rovereto
  3. Biblioteca comunale di Ala
  4. Biblioteca comunale di Riva del Garda
  5. Biblioteca comunale di Trento
  6. Biblioteca della Fondazione Bruno Kessler
  7. Biblioteca diocesana “Vigilianum”
  8. Biblioteca provinciale dei Padri Cappuccini (Trento)
  9. Biblioteca Rosminiana di Rovereto
  10. Dipartimento di Lettere e Filosofia – Università degli studi di Trento
  11. Fondazione Biblioteca san Bernardino (Trento)
  12. Ufficio Beni Archivistici, Librari e Archivio Provinciale – Soprintendenza Beni Culturali PAT
  13. Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo  - Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU)
  14. University of St Andrews (Scotland), School of History, Universal Short Title Catalogue.

Le edizioni che verranno digitalizzare e valorizzare fanno riferimento a sei nuclei:

  1. orazioni, lettere e mandati inviate al e dal Concilio durante le discussioni dell'assemblea;
  2. decreti, canoni, catechismi e Indici approvati dal Concilio (o redatti negli anni immediatamente successivi su mandato del Concilio);
  3. trattati e opere di controversia religiosa, di parte riformata come di parte cattolica, sui temi che si sarebbero discussi o si stavano discutendo nel Concilio, includendo anche i controversiti della prima generazione (anni '20-'30) dell'Età della Riforma e la prima generazione post-conciliare;
  4. i libri di proprietà dei teologici francescani spagnoli che servirono a questi ultimi per preparare i lavori e le discussioni delle sedute del Concilio e che questi lasciarono nel convento di san Bernardino;
  5. opere letterarie prodotte all'interno dei diversi milieux artistici e ideologici che parteciparono al dibattito religioso del periodo;
  6. fonti primarie (diari, lettere, atti, ecc.) pubblicate tra Ottocento e Novecento e non uscite a stampa in antico.

Vai alla collezione

Pagina pubblicata Giovedì, 16 Maggio 2019
torna all'inizio del contenuto